I Datteri

In Medio Oriente, i datteri sono stati un piatto fondamentale per secoli. Ci sono prove che mostrano che gli antichi popoli della Mesopotamia coltivavano il frutto e che le sue origini risalgono nel Golfo Persico. Oggigiorno, i datteri sono usati nei piatti del Medio Oriente. Hanno una storia ricca e una varietà di usi che rende il dattero uno dei frutti più intriganti del Medio Oriente.

Il dattero è un frutto a seme singolo della palma che può impiegare fino a dieci anni per produrre abbastanza frutti per un raccolto. Quando non sono maturi possono essere gialli o rossi, e quando maturi sono marroni e aggrinziti, similmente alle prugne. Ci sono diverse varietà di datteri raggruppati in tre gruppi principali basandosi sul loro contenuto di zucchero - morbidi, semi-asciutti e asciutti. Tutte le aree del Medio Oriente che producono datteri hanno le loro varietà. Anche se il frutto è basicalmente lo stesso in tutte le aree, ogni regione ha leggere differenze, come il gusto e la misura, che li distingue dagli altri. Oggigiorno i datteri sono un frutto importante raccolto in Arabia, Iraq e Marocco. Alcuni stati negli Stati Uniti, come la California, coltivano i datteri.

I datteri possono essere comprati nei supermercati e sono relativamente poco cari. La maggior parte delle varietà contiene il seme, ma si trovano anche datteri senza seme. Possono essere mangiati freschi, seccati, tagliati, canditi, riempiti e aggiungi alle ricette, come ad esempio dentro il  pane. Quando si comprano i datteri, cercare i frutti che sono gonfi e che hanno un colore regolare.  I datteri che si vendono sono solitamente frschi o seccati e sembrano uguali in apparenza.  Per conservare i datteri freschi, tenere in frigorifero in un contenitore ermetico fino a sei mesi. I datteri secchi possono essere conservati nello stesso modo in uno scaffale fino a un anno. Congelarli è anche un opzione che permette una conservazione anche più lunga, se messi in un contenitore ermetico.